Niguarda tra i migliori ospedali al mondo, soprattutto per patologie intestinali e oncologia

La rivista Newsweek ha elaborato la classifica “World’s Best Hospitals 2022”, che ogni anno giudica oltre 2.200 ospedali in 27 paesi del mondo sulla base dei loro risultati e reputazione.

L’Ospedale Niguarda si trova al 50esimo posto a livello mondiale e in cima alla classifica italiana: è stato infatti valutato come il primo ospedale pubblico italiano e come secondo in assoluto dopo il Policlinico Gemelli di Roma.


"Siamo particolarmente fieri e orgogliosi di questo riconoscimento internazionale, che testimonia il grande lavoro dei nostri professionisti nella cura e nella ricerca scientifica", ha commentato il Direttore Generale dell’Ospedale e componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Oncologia Niguarda, Marco Bosio.


Insieme alla classifica generale, il Newsweek ha stilato anche la lista dei migliori ospedali al mondo in base ad alcune specialità cliniche. Ottimi risultati sono stati raggiunti dal Niguarda Cancer Center, che si trova al 37esimo posto mondiale per le patologie intestinali e al 53esimo per ll'Oncologia. Il Niguarda è infatti uno dei primi 4 Ospedali Oncologici Italiani, tutti collocati sul territorio Milanese, secondo in classifica solo dopo INT.

"Come cittadina sono lieta di constatare come l'Ospedale Niguarda sia il secondo ospedale pubblico in Lombardia per Oncologia insieme a INT e fra i 4 ospedali identificati da Newsweek come i migliori quali INT, IEO, Humanitas e appunto Niguarda" ha dichiarato Lidia Grigioni, altra componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Oncologia Niguarda.


Nella classifica delle specialità cliniche, l’Ospedale Niguarda si piazza inoltre all’80esimo per la Neurochirurgia, al 91esimo per la Cardiologia e al 96esimo per la Neurologia, a riprova delle eccezionali capacità dello staff anche nell’affrontare le difficoltà dovute all’emergenza COVID-19 degli ultimi anni.
Richiedi informazioni su "Niguarda tra i migliori ospedali al mondo, soprattutto per patologie intestinali e oncologia"
Invia
25°anniversario
L'intervista di AIRC al Professor Siena